Be Mum In 2013

Sorridi… e tutto sembrerà più semplice!!


Lascia un commento

Mamme e work-life balance

Nella pianificazione generale della giornata di una mamma ho dato per scontate le 8 ore di lavoro, poi chiaramente ci sarà chi ha un contratto part-time, chi è libero professionista con la possibilità di gestire il tempo in modo indipendente e chi trascorre la stragrande maggioranza della propria giornata lavorando.

Credo che il punto sia: “C’è una vita oltre il lavoro?”work life balance

Se state leggendo, sarete quasi sicuramente mamme. Dobbiamo quindi partire dal presuposto che oltre al lavoro, ci sono i figli – non solo nel senso che esistono, ma che si meritano amore e attenzioni – in altre parole TEMPO! Non esiste un tempo minimo da dover trascorrere con i propri figli per essere considerata una brava mamma, secondo me ciò che conta sono la QUALITA’ DEL TEMPO e la CONSAPEVOLEZZA DELLE PROPRIE SCELTE.

Qualità del tempo: possiamo trascorrere anche 8 ore al giorno con i nostri bambini, ma se accendiamo la televisione e ce li piazziamo davanti.. i figli trascorrono il tempo con la televisione, NON con la mamma! Se invece abbiamo anche solo 1 ora al giorno per loro, ma gli dimostriamo che è tempo dedicato esclusivamente a loro – giocando, parlando, colorando… –  allora i bambini saranno davvero contenti.

Consapevolezza delle proprie scelte: in alcuni casi non abbiamo alternativa e dobbiamo lavorare più del previsto, altre volte però lo facciamo solo perché vogliamo dimostrare qualcosa (a chi?) o perché amiamo il nostro lavoro. Dobbiamo essere consapevoli del fatto che più tempo trascorriamo lavorando, meno tempo possiamo dedicare ai nostri figli, mariti/compagni e a tutto il resto.

Concludo invitandovi a leggere l’intervista rilasciata al New York Times da Erin Callan – ex top manager della Lehman Brothers pentita per aver dedicato la propria vita solo al lavoro.